Loading ... Loading ...
Lingua:      


Il Market Access Award 2016, giunto alla sua seconda edizione, intende premiare le migliori partnership tra aziende private ed enti pubblici finalizzate a migliorare l’accesso alle cure dei pazienti con soluzioni innovative.

Per l’attribuzione del premio verranno valutati i seguenti parametri:

  • Valore scientifico del progetto
  • Beneficio diretto ai pazienti o malati
  • Innovazione e valore aggiunto nell’interazione tra pubblico e privato
  • Riproducibilità dell’iniziativa

La giuria sarà composta da:

    ­
  • Pier Luigi Canonico, Direttore del Dipartimento di Scienze del Farmaco, Università degli Studi del Piemonte Orientale;
  • ­
  • Antonio Gaudioso, Segretario Generale di CittadinanzAttiva;
  • ­
  • Armando Genazzani, Professore Ordinario di Farmacologia, Università degli Studi del Piemonte Orientale;
  • ­
  • Claudio Jommi, Professore Associato del Dipartimento di Scienze del Farmaco, Università degli Studi del Piemonte Orientale; Responsabile Scientifico Osservatorio Farmaci, Cergas, Università Bocconi; Presidente AIES (Associazione Italiana di Economia Sanitaria);
  • Elena Paola Lanati, Managing Director di MA Provider;
  • ­
  • Walter Ricciardi, Presidente Istituto Superiore di Sanità.
  • ­




VINCITORI DEL PREMIO



Categoria I: Modello organizzativo “Progetto E.Pic.A”


  • Azienda Ospedaliera Universitaria, Città della Salute e della Scienza di Torino
  • Roche Italia


E.PIC.A prevede l’analisi del percorso della paziente con Breast Cancer,  in diverse Regioni italiane, attraverso la rilevazione e il monitoraggio di indicatori di esito clinico e di impatto economico (KPI) che caratterizzano il percorso stesso.
Grazie ad un modello di analisi, alimentato da dati di real life provenienti da database amministrativi (es. flussi SDO, specialistica ambulatoria e spesa farmaceutica) e da database clinici (es. anatomia patologica), E.PIC.A è in grado di rilevare l’andamento dei KPI individuati e quindi l’eventuale inappropriatezza clinica ed economica.
Il monitoraggio costante dei KPI consentirà di governare l’inappropriatezza clinica ed economica  e rilevare gli ambiti di miglioramento e di sotto/sovrautilizzo delle risorse




Categoria II: Assistenza al paziente “Progetto Miglioramento continuo e sostenibilità: l’approccio Lean e sostenibilità in sanità”


  • Azienda Ospedaliera Universitaria Senese
  • Takeda Italia


Ha l’obiettivo di migliorare la soddisfazione dei pazienti e dei professionisti, promuovendo l’applicazione della metodologia Lean management in Sanità.
Si basa sul miglioramento sistematico dei processi aziendali, con il coinvolgimento e la valorizzazione delle persone coinvolte, riducendo gli sprechi (ovvero ciò che non genera valore aggiunto) e creando una cultura orientata al miglioramento continuo.
La partnership tra Takeda Italia e l’AOU di Siena si è concretizzata mediante la realizzazione del primo master universitario italiano in “Lean Healthcare Management” dedicato a tutti gli Operatori Sanitari, e con la condivisione di alcuni momenti di divulgazione della metodologia Lean, come il “Lean Lab”, nel corso 10° Congresso Forum Risk Management in Sanità.