Loading ... Loading ...
Lingua:      

Equivalenza terapeutica


Il contenimento della spesa farmaceutica è la leva che oggi il SSN usa maggiormente per controllare le uscite, sia a livello nazionale, che a livello regionale, basti pensare alle ultime manovre economiche che hanno ulteriormente ritoccato i tetti delle classi A e H, oltre al sistema di payback.

Per governare la spesa, le Istituzioni lavorano sia a livello nazionale, in particolare sui nuovi farmaci, per regolarne l’accesso al mercato, che a livello regionale, dove si notano le maggiori differenze in termini di strategie. Non si tratta solo di incrementare l’uso dei generici o dei biosimilari, in Italia ancora inferiore alla media europea; spesso le Regioni ricorrono a manovre decisamente più drastiche, dalle linee guida alle gare regionali, in cui utilizza sempre più spesso una logica di jumbo class, o equivalenza di classi terapeutiche.

SIF da sempre gioca un ruolo chiave nei processi decisionali, e si è più volte autorevolmente espressa sui generici e sui biosimilari, per aiutare il decisore politico a prendere direzioni mirate e basate su evidenze farmacologiche e regolatorie solide. Obiettivo dei progetti legati a questa tematica è sviluppare un percorso che faccia chiarezza sul concetto di equivalenza di classe, in generale ed in alcuni casi specifici, e aiutare il decisore a tracciare linee guida chiare e scientificamente solide, analizzando tutti i punti di vista utili al fine di una decisione basata sulle evidenze.

MA Provider ha realizzato con SIF i seguenti position papers:

Equivalenza terapeutica di classe dei farmaci antidepressivi

Equivalenza terapeutica di classe nell’ambito degli antidiabetici: focus sugli inibitori dell’enzima dipeptidil peptidasi-4 (DPP-4)
Il progetto è stato reso possibile grazie ad un grant incondizionato di BMS, Boehringer-Ingelheim, MSD, Neopharmed Gentili, Novartis, Sigma-Tau

Equivalenza terapeutica di classe dei farmaci inibitori del tumour necrosis factor: analogie e differenze farmacologiche
Il progetto è stato reso possibile grazie ad un grant incondizionato di AbbVie, MSD, Pfizer